Gli eventi non si fermano, sono solo posticipati all’estate

Sviluppi di utilità pubblica sul piano pandemico ci permetteranno una lunga estate ricca di eventi: il punto da cui ripartire



Sentiamo il bisogno più che mai, in questo momento, di appellarci alla nostra storia e alle nostre tradizioni per guardare avanti e proiettarci nel futuro, anche quello a breve termine. Ci siamo chiesti, per esempio, se la Fiera si farà e quando, e se possiamo sperare in una programmazione di eventi estivi, seppure subordinata all’andamento dei contagi e di quello vaccinale. Pierluigi Giacomello ci è venuto incontro, cercando di infondere qualche seme di speranza, a partire dal vaccino.

«Una novità c’è: a Lonigo è stato assegnato uno dei cinque punti vaccini dislocati nell’intero territorio della ULSS 8. Come si sa, il vaccino Pfizer necessita di un’organizzazione ben precisa e accurata, dalla conservazione, allo stoccaggio, alla sua distribuzione finale. La catena del freddo è basilare, ma anche la programmazione e la velocità dell’inoculazione. Non solo, la struttura richiede alcune specificità: un’entrata ed un’uscita distinte, una superficie ampia, la disponibilità di parcheggio, un facile accesso, ecc. A seguito di accurati sopralluoghi, è stata individuata la palestra parrocchiale quale costruzione maggiormente rispondente a tutte queste esigenze. Si ipotizza la creazione all’interno di una decina di punti per la somministrazione contemporanea del e a tale scopo il personale medico farà due turni di sette ore ciascuno, che si sovrapporranno nel corso della giornata. Il parroco, le associazioni sportive e tutti gli enti coinvolti nella gestione della palestra dato il loro consenso, trovando soluzioni alternative per le loro attività grazie alla disponibilità delle altre strutture cittadine. Ringrazio tutti per la collaborazione che ci permette di poter disporre di un tale servizio proprio nel nostro territorio».

«Sempre sul fronte sanitario, dopo l’apertura del punto tamponi presso il Centro diurno e presso il magazzino della farmacia

di Madonna, abbiamo messo a disposizione delle tre farmacie di Lonigo gli ambienti al piano terra di Palazzo Pisani per permettere loro di eseguire i tamponi rapidi, finalmente sdoganati, al prezzo calmierato di 26,00 euro.»


di Alessandra Carlotto


(segue su AREA3news n°116 febbraio 2021)