Postounico torna alla grande!


Quest’anno, confidando in un netto miglioramento della situazione sanitaria, Alessandro Anderloni e soci tornano con un programma nutrito per numero di eventi proposti e ragguardevole sotto il profilo artistico.

Per presentare la sua sesta stagione, Postounico ha varcato i confini comunali sbarcando a Vicenza, nel luogo più illustre della cultura berica, nientemeno che l’Odeo del teatro Olimpico. Segno evidente che il festival punta decisamente ad allargare il suo raggio d’azione per presentarsi come festival di tutta l’area sud della provincia, con alcune puntate nei vicini comuni veronesi di San Bonifacio e Cologna Veneta. L’importanza di fare rete tra il capoluogo e le diverse realtà comunali è stata ribadita in conferenza stampa dagli assessori alla cultura di Vicenza Simona Siotto e di Lonigo Alberto Bellieni.

È stato il direttore artistico del Comunale Alessandro Anderloni a entrare nel dettaglio del programma.

Si inizia il 15 giugno alla Rocca Pisana con un concerto di Rossana Casale, in duo con il pianista Emiliano Begni. La cantante veneziana darà sfogo alla sua anima jazz presentando brani tratti dai suoi successi discografici e dal repertorio degli standard internazionali.

Questi gli altri artisti in cartellone:

venerdì 25 giugno, a villa delle Rose di Corlanzone di Alonte, Danilo Sacco, erede del grande Augusto Daolio e per vent’anni frontman dei Nomadi;

mercoledì 30 giugno, a villa Pisani Bonetti di Bagnolo di Lonigo, Antonio Sorgentone, talentuoso pianista, già vincitore del programma televisivo Italia’s Go Talent;

martedì 6 luglio, nella chiesa di San Giovanni Battista di Arzignano, Ginevra Di Marco eseguirà un repertorio di canzoni anni Sessanta accompagnata da un enesamble d’archi;

sabato 10 luglio, davanti al palazzo Scaligero di Cologna Veneta, Filippo Graziani, figlio dell’indimenticato Ivan, ripercorrerà le orme del padre riproponendo le sue più belle canzoni;

martedì 13 luglio, nel piazzale di villa Mugna a Lonigo, Baro Drom Orkestar, gruppo di estrazione gitana con un arrembante concerto in stile balcanico;

giovedì 22 luglio, a villa Trissino di Meledo di Sarego, Ebbanesis, coppia di cantanti e musiciste napoletane, diventate un autentico fenomeno social con i loro post dedicati alla rivisitazione dei classici della canzone partenopea.

martedì 27 luglio, in villa San Fermo di Lonigo, Patrizia Laquidara con un repertorio di canzoni italiane d’autore;

martedì 3 agosto, a villa Aldigheri di Val Liona, Sorha Rionda, stella della musica etnica internazionale eseguita in versione jazz;

venerdì 6 agosto, nel parco di villa Gritti di San Bonifacio, Angela Milanese con un itinerario dedicato alla musica leggera italiana, dalle origini del primo Novecento ai giorni nostri.

Completano il programma due eventi speciali: il 23 luglio, a villa Piovene Porto Godi di Toara di Villaga, Alessandro Anderloni reciterà dei canti tratti dalla Divina Commedia; il 30 agosto a villa Pisani Bonetti di Bagnolo, proiezione del film muto “Inferno”, girato nel 1911 da Francesco Bertolini, con colonna sonora eseguita dal vivo dall’orchestra del trombonista Mauro Ottolini.

Tutti i concerti inizieranno alle 21. Biglietteria on line su www.cinebot.it; altre informazioni festival@postounico.it.

di Lino Zonin